Cos’è il benessere per gli italiani? Lo svela Mitsubishi Electric

Cos’è il benessere per gli italiani? La ricerca Mitsubishi Electric

Mitsubishi Electric ha messo a punto la ricerca “I love ME”, che mette in evidenza come gli italiani interpretano il concetto di benessere in casa propria.
Lo studio, commissionato a OnePoll e condotto su un campione di 1.000 individui rappresentativo della popolazione italiana, è stato sviluppato a partire dalla definizione di tre aree chiave: il concetto di benessere, la casa ideale e il clima in casa.

Il benessere - Qualcuno ha detto che la casa non è che l’esteriorizzazione di chi la vive, eppure sebbene solo il 76% degli italiani dichiarino di prestare sufficiente attenzione al proprio benessere, la percentuale sale all’84% quando si parla di prestare attenzione al benessere in relazione alla propria casa. Non stupisce dunque che ben il 93% degli intervistati siano completamente (56%) o abbastanza d’accordo (37%) nel dire che la casa in cui vivono abbia un effetto positivo sul proprio benessere.
Il rapporto tra gli italiani e la propria casa è dunque reciproco e gli intervistati dichiarano di prestare attenzione al proprio benessere in casa mantenendo l’ambiente ordinato e pulito (69%), vivendo nel comfort e nel design (68%) e godendosi gli spazi (54%) - e sono soprattutto le donne a farlo!
Se pace e tranquillità, un ambiente luminoso e colorato, e la luce naturale sono gli aspetti più importanti per il benessere degli italiani a casa, comfort, connessione Internet e una buona qualità dell’aria sono altri elementi molto importanti. Non a caso, per il 73% degli italiani, climatizzatore / deumidificatore / pompa di calore è l’elemento tech più importante per il proprio benessere in casa, seguito dai dispositivi di sicurezza (55%) e dai purificatori d’aria (36%).
Secondo lo studio, infine, l’82% degli intervistati è completamente (37%) o abbastanza d’accordo (45%) nel dire che una casa ecosostenibile da un punto di vista ambientale abbia un impatto più positivo per il proprio benessere.

La casa ideale - Pensando alla casa ideale, gli italiani dimostrano di essere un popolo a cui non piacciono gli eccessi. Interrogati su dove vorrebbero vivere, quasi un italiano su due (48%) preferisce la cittadina alla grande città (26%) e al piccolo paese (24%). La stessa inclinazione emerge parlando della temperatura ideale che dovrebbe esserci in casa: solo il 2% vorrebbe avere meno di 18° e solo il 4% vorrebbe vivere in una casa con una temperatura superiore ai 23°.
Vicinanza alla famiglia (28%) e vicinanza al lavoro (25%) sono gli elementi più importanti per il benessere degli italiani - ma il primo lo è in particolar modo per le donne, mentre il secondo lo è per gli uomini. Inoltre, l’88% degli italiani intervistati che lavorano vorrebbe che la propria casa ideale si trovasse entro 15km dal luogo di lavoro, con una media di 7,6km.
Su un elemento però gli italiani non sono disposti a scendere a compromessi: l’impatto della casa sul proprio benessere e, dunque, l’87% degli italiani sarebbe disposto a spendere di più per avere una casa che li faccia stare bene.

Il clima in casa - Un italiano su quattro non ha o non è sicuro di avere una buona qualità dell’aria in casa propria. Non stupisce dunque che l’86% degli intervistati ha comprato (49%) o comprerebbe (37%) un sistema di climatizzazione / pompa di calore per migliorare il proprio benessere in casa.
Come visto in precedenza, il climatizzatore / pompa di calore è l’elemento tech più importante per il benessere degli italiani in casa e infatti, il 65% degli intervistati dichiara di averne installato uno in casa propria. Il 67% di chi ha un climatizzatore, l’ha installato in sala, mentre il 65% in camera. Tra coloro che dichiarano di non aver installato un sistema di climatizzazzione in casa propria, il 76% ne vorrebbe avere uno.
Pensando al benessere, il riscaldamento a pavimento (37%) è il sistema più desiderato per la propria casa, seguito dal climatizzatore / pompa di calore (23%) e dai termosifoni (23%).
Se è vero che l’85% degli italiani intervistati trova irritante avere una casa troppo calda o troppo fredda è altrettanto vero che il 39% non ha (28%) o non è sicuro di avere (11%) una buona coibentazione termica in casa propria.