Intel presenta l’automotive di domani al CES 2018

Intel presenta l’automotive di domani al CES 2018

Al CES di Las Vegas, il discorso di presentazione del CEO Intel Brian Krzanich ha aperto la porta a un universo di novità digitali per l’automotive e non solo.

Krzanich ha presentato al pubblico un’entusiasmante rassegna di innovazioni guidate dai dati. Per quanto riguarda la guida autonoma, ha presentato il primo veicolo autonomo di Intel, parte di una flotta di test di 100 auto; ha svelato che BMW, Nissan e Volkswagen stanno passando in produzione i progetti di mapping basati su Mobileye e ha annunciato nuove collaborazioni con SAIC Motor e NavInfo per estendere alla Cina la realizzazione di mappe in crowdsourcing.

Sul futuro dell’intelligenza artificiale, Krzanich ha annunciato una partnership con Ferrari North America nella quale saranno utilizzate le tecnologie di intelligenza artificiale Intel per sfruttare i dati dei circuiti di gara al fine di ottimizzare l’esperienza dei tifosi e dei piloti. Per quanto riguarda i contenuti multimediali immersivi, il CEO di Intel ha introdotto i nuovi Intel Studios e ha annunciato che Paramount Pictures sarà il primo grande studio di Hollywood a esplorare questa tecnologia in collaborazione con Intel, per verificarne i possibili esiti nella prospettiva della prossima generazione di storytelling visivo.

Intel presenta l’automotive di domani al CES 2018

Brian Krzanich
I dati produrranno cambiamenti sociali ed economici di una portata tale da verificarsi forse una o due volte in un secolo. Non solo i dati oggi sono ovunque, ma costituiranno la forza creativa alla base delle innovazioni del futuro. I dati sono destinati a ridefinire il nostro modo di vivere la vita, nel nostro lavoro, nelle nostre case, nel nostro modo di viaggiare e di goderci sport e intrattenimento.

Nel settore della guida autonoma, Krzanich ha annunciato che 2 milioni di veicoli BMW, Nissan e Volkswagen utilizzeranno la tecnologia Road Experience Management (REM) di Mobileye per il crowdsourcing dei dati necessari a realizzare e aggiornare rapidamente mappe scalabili ad alta definizione e a basso costo nel corso dell'anno.
Per il mercato cinese, Krzanich ha reso note due importanti partnership con il produttore automobilistico leader SAIC Motor e la società di cartografia digitale NavInfo. SAIC, inoltre, svilupperà in Cina automobili autonome di Livello 3, 4 e 5 basate su tecnologia Mobileye. I livelli vengono assegnati in base alla capacità di autonomia: un veicolo di Livello 4 è in grado guidarsi da solo quasi esclusivamente senza interazione umana, mentre un veicolo di Livello 5 si guida da sé senza alcuna interazione umana su qualsiasi strada.

Krzanich ha inoltre svelato i dettagli della nuova piattaforma per la guida automatizzata, che combina i chip Intel Atom per il settore automobilistico con i chip Mobileye EyeQ5 per offrire una piattaforma con scalabilità e versatilità leader di settore per la guida autonoma dal Livello 3 (L3) al Livello 5 (L5).

Oltre alle auto autonome, Krzanich ha presentato anche la demo di Volocopter, un velivolo per il trasporto passeggeri completamente elettrico, progettato per il decollo e l’atterraggio in verticale. La tecnologia di controllo di volo Intel utilizzata nel Volocopter si basa sull’intelligenza derivata dal drone Intel Falcon 8+, un velivolo usato per ispezioni, rilevamento e mappatura, che dimostra la potente interconnessione dei dati e della tecnologia autonoma.

Riguardo l’intelligenza artificiale, Krzanich ha illustrato come le aziende stanno utilizzando la tecnologia Intel per trasformare il proprio business grazie ad essa. Ha annunciato che Intel ha stretto una collaborazione con Ferrari North America per portare la potenza dell’intelligenza artificiale nella Ferrari Challenge North America Series che si svolgerà in sei percorsi negli Stati Uniti nel corso di quest’anno. La ripresa della Ferrari Challenge sarà basata sulla potenza di elaborazione dei processori scalabili Intel Xeon e sul framework neon per il deep learning, non solo per la transcodifica, l’identificazione di oggetti ed eventi e lo streaming dell’esperienza agli spettatori online, ma anche per il mining dei dati risultanti al fine di ottenere ulteriori informazioni strategiche per piloti e tifosi.