Sostenibilità Huawei, la tecnologia abilita il cambiamento

Tutto parte da una considerazione: le tecnologie digitali oggi disponibili consentono di trasformare il modo di gestire e consumare l’energia.

energia che cambia il pianeta

Durante l’evento Huawei “The Power of Green: Digital Solutions for a Sustainable Future” si è parlato di digitalizzazione sostenibile.

Alla conferenza virtuale hanno preso parte il Dr. René Arnold, Vice President Public Affairs Strategy di Huawei Technologies e Annika Hedberg, Head of Sustainable Prosperity for Europe Programme EPC. Per tracciare lo scenario attuale e futuro sono interventi il Professor Robert Lee, Professor of Law, University of Birmingham, Jürgen Tzschoppe, Executive VP International Power, Statkraft, e Clay Chandler, Executive Editor, Asia di Fortune Magazine.

Tutto parte da una considerazione: le tecnologie digitali oggi disponibili consentono di trasformare il modo di gestire e consumare l’energia.

La società moderna può oggi beneficiare di numerose architetture che favoriscono uno sfruttamento più efficace dell’energia. Ciò accade nonostante la diffusione di dispositivi digitali, di reti interconnesse, datacenter e veicoli elettrici, che contribuiscono all’aumento della domanda energetica.

Tutti questi sistemi hanno in comune la capacità di dialogare e possono beneficiare dell’apporto evoluto di architetture basate su AI e ML.
Una migliore interazione e una approfondita analisi consentono infatti di abilitare nuovi schemi per fornire e gestire lo stoccaggio e la distribuzione dell’energia. Ciò rende i sistemi energetici più puliti ed efficienti, a favore di un guadagno di produttività per il settore energetico.

Sostenibilità Huawei, il ruolo dell’ICT

Su queste basi è possibile affermare che l’intera industria ICT non sia la causa, ma rappresenti la soluzione del rapido aumento del consumo energetico.

Durante l’evento si è voluto sfatare il mito secondo il quale il consumo di energia sia particolarmente elevato nel settore ICT. Pur riconoscendo che l’aumento dei data center e dei siti wireless ha portato a un aumento della domanda di energia è bene considerare come i progressi tecnologici permettano oggi di aumentare l’efficienza e ridurre gli (altrimenti) elevati costi di esercizio e manutenzione.

Sostenibilità Huawei

Sostenibilità Huawei – In definitiva, si tratta di “come” utilizziamo le tecnologie digitali a nostro vantaggio per promuovere il progresso economico e la crescita, rispettando la sostenibilità. In questo senso, Huawei è fortemente impegnata nello sfruttamento del potenziale ICT per trasformare l’intero settore.
I cambiamenti tecnologici senza precedenti ai quali assistiamo in questi anni saranno la chiave per abilitare infrastrutture virtuose e per diffondere l’energia prodotta tramite rinnovabili. In questo modo sarà possibile invertire la tendenza e combattere il cambiamento climatico.

Secondo il Professore Robert Lee, il settore IT vanta importanti capacità di innovazione ma è determinante utilizzare tali competenze in modo responsabile. L’intero settore ha contribuito a realizzare le soluzioni che oggi usiamo, a partire dai principi della dematerializzazione, dove tecnologie innovative ci consentono di consumare meno materiali. E ancora, l’accumulo e la gestione dell’energia stanno garantendo un uso sostenibile delle materie prime.
In questo senso, il grande apporto della tecnologia rischia di essere solamente parziale, precisa Lee. Occorre che ognuno di noi faccia la propria parte, con comportamenti responsabili e green.

Sostenibilità Huawei – pandemia e tecnologia

Per Annika Hedberg, la pandemia ha avuto un enorme impatto sul modo in cui operano le imprese, e ha portato a una recessione temporanea del consumo di combustibili fossili e delle emissioni di carbonio. Non è altro che un piccolo vantaggio estemporaneo. Occorre infatti uscire rapidamente dalla crisi, pena un consumo energetico nettamente più alto e un inquinamento elevato nel medio periodo.

Si corre il rischio che cittadini e imprese, scoraggiati dal momento attuale, possano mettere in secondo piano il benessere ambientale e la sostenibilità per poter uscire il più presto possibile dalla crisi post pandemica.
Ma, precisa Hedberg, la società ha a disposizione importanti strumenti per poter recuperare il gap in modo etico. AI, IoT e blockchain possono aiutare a trasformare il settore proteggendo il nostro ecosistema!

La tecnologia ha contribuito a rendere la produzione più economica, più intelligente e meno rischiosa per le persone, per una gestione efficace ed efficiente.