Ecomondo e Key Energy, attesi più di 9mila buyer esteri

Ecomondo e Key Energy

La proposta fieristica e i seminari di Ecomondo vantano un elevato profilo internazionale, si prevede la presenza di 9.000 operatori esteri da 60 Paesi.
I risultati di un road show mondiale, compiuto nei mesi scorsi con oltre 50 appuntamenti nel mondo fra i quali anche Expo 2017 ad Astana, confluiranno nelle giornate di fiera.

La connessione con i visitatori esteri è possibile anche grazie ad ICE-Agenzia. Si tratta di una collaborazione prestigiosa ed efficace, che contribuisce al progresso delle imprese e grazie ad una elevata professionalità è possibile garantire interlocutori di business interessati e motivati. Tramite l’ufficio Tecnologia Industriale, Energia e Ambiente arriveranno ad Ecomondo un centinaio di operatori del settore ambientale provenienti da Cina, Canada, Israele ed Area del Golfo e da numerosi paesi dell’Africa (Nord Africa ed Africa subsahariana). In particolare da Angola, Congo, Etiopia, Tanzania, Kenya, Uganda, Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Mozambico, Ghana e Sudafrica e dall’area Mediterranea Marocco, Algeria, Egitto, Tunisia.

Si tratta di operatori ed investitori interessati a tutte le tecnologie ambientali, dalle energie rinnovabili, al trattamento e riciclaggio rifiuti, trattamento acque, bioeconomia che visitano Ecomondo per la prima volta e che saranno impegnati in sessioni di incontri B2B con gli espositori.

Fattiva la collaborazione anche col Ministero dell’Ambiente capofila nell’organizzazione di una delegazione istituzionale da Libano, Marocco, Cina e Iran che parteciperanno ad alcuni dei numerosi seminari internazionali, anche in qualità di speaker. La collaborazione con il Ministero, anche in questo caso all’insegna della elevata professionalità, è storicamente produttrice di iniziative che consolidano l’immagine del sistema nazionale della green economy, rappresentando una realtà d’eccellenza che consolidano anche il brand di Ecomondo.

Altro partner di rilievo per l’internazionalizzazione della fiera è UNIDO (United Nations Industrial Development Organization) col quale sono organizzate visite di delegazioni da Iran e Botsuana, investitori interessati rispettivamente all’energie rinnovabili ed al biogas per la costruzione di impianti.

Ulteriori delegazioni di buyer e visitatori istituzionali sono garantite dalla capillare rete estera di IEG: attese visite da America Latina, Bacino del Mediterraneo, Polonia, Russia ed ex Repubbliche CSI, Bulgaria, ex Yugoslavia, Finlandia, Spagna, Romania e Rep. Ceca.

Di rilievo la partecipazione di ISWA – International Solid Waste Association, per la terza volta a Ecomondo. ISWA rilascerà due nuovi rapporti ISWA, 4a Rivoluzione Industriale e Marine Litter.