Studio Selectra sulle bollette dopo un anno di COVID: gli aiuti europei

Gli utenti domestici italiani non hanno goduto di particolari incentivi per la bolletta elettrica e del gas durante la crisi COVID.

Studio Selectra

La restrizione e le limitazioni dovute al COVID-19 hanno cambiato le nostre abitudini e hanno anche avuto un tangibile peso economico negativo su molte famiglie e aziende. Al punto che alcune famiglie si sono trovate in difficoltà nel pagare le bollette energetiche e di internet, proprio nel momento in cui le utenze domestiche sono diventate ancora più essenziali. In molti Paesi europei il governo ha però introdotto misure volte ad aiutare i consumatori a pagare le bollette e a restare connessi, tante sono state le iniziative messe in campo direttamente dalle aziende di fornitura.

A un anno dall’inizio di lockdown e restrizioni, Selectra, il servizio gratuito che confronta e attiva le offerte di luce, gas e internet per aziende e privati, ha condotto uno studio per esaminare la situazione e le iniziative, per l’energia e le telecomunicazioni, messe in campo e rese disponibili nei diversi Paesi d’Europa.

Studio Selectra: Italia

Nonostante le numerose discussioni, gli utenti domestici italiani non hanno goduto di particolari incentivi per la bolletta elettrica e del gas durante la crisi COVID. Nelle zone più colpite dalla prima ondata di crisi sanitaria, il pagamento delle bollette è stato sospeso per 2 mesi, ma in seguito è stato comunque richiesto il saldo. Alcune aziende private hanno esteso la sospensione dei pagamenti per luce e gas a tutto il territorio italiano e hanno presentato iniziative e riduzioni speciali. Come in molti altri Paesi, all’inizio della crisi è stato introdotto il divieto di staccare luce e gas per morosità, rimasto in vigore per 2 mesi ma non rinnovato in seguito. Le piccole e medie imprese, invece, hanno beneficiato di un taglio in bolletta per 3 mesi (maggio-luglio 2020) che ha permesso loro di risparmiare dal 15 all’80% sui costi fissi della bolletta, a seconda della potenza del contatore.

Una simile iniziativa è prevista anche dal DL Sostegni, che promette un taglio degli oneri di sistema e dei costi relativi al trasporto e alla gestione del contatore per le aziende per tre mesi, a partire da aprile 2021, oltre a una riduzione del canone Rai del 30% per tutto l’anno.

Rispetto alla connessione internet, il governo italiano ha lanciato un’iniziativa specifica per aiutare le persone a rimanere connesse, facilitare smart working e didattica a distanza. Da novembre 2020, le famiglie con un reddito basso possono richiedere il Bonus PC e Internet, un buono fino a 500 euro da spendere su PC, tablet o per migliorare la propria connessione Internet. 

Studio Selectra: Spagna

In Spagna, uno speciale decreto governativo adottato nel marzo 2020 rende illegale (per qualsiasi motivo diverso dalla sicurezza) l’interruzione della fornitura di servizi (elettricità, gas o acqua) alle proprietà elencate come “luoghi di residenza abituale”. Il governo ha inoltre vietato l’interruzione dei servizi di telecomunicazione per tutta la durata dello stato di emergenza e l’aumento dei prezzi dei contratti esistenti da parte dei fornitori. Il Bono Social, una sorta di Bonus Energia spagnolo, è stato esteso ai disoccupati o a chi non ha potuto temporaneamente lavorare a causa dell’emergenza COVID.

I lavoratori autonomi che hanno perso oltre il 75% del reddito medio semestrale hanno ricevuto uno sconto del 25% sulla bolletta della luce. Sia le aziende sia i lavoratori autonomi hanno avuto la possibilità di sospendere temporaneamente i loro contratti di energia e gas o di abbassare la potenza contrattuale del proprio contatore gratuitamente, risparmiando così in bolletta.

Studio Selectra: Portogallo

In Portogallo il governo vieta qualsiasi interruzione della fornitura di energia elettrica o gas fino a giugno 2021, così come per i servizi di connessione, anche se non pagati, nel caso in cui l’impossibilità al pagamento sia motivata da disoccupazione o infezione da Covid-19. Il 10% delle bollette relative ai periodi di lockdown è pagato dal governo, le bollette energetiche possono essere pagate a rate, in molti casi senza interessi.

L’Autorità nazionale per l’energia è stata autorizzata a bloccare o ritardare l’aumento del prezzo dell’elettricità e a definire il prezzo massimo delle bombole di gas per il periodo di lockdown. Le Tariffe Sociali Elettricità e Gas, finalizzate ad aiutare i clienti finanziariamente vulnerabili, sono state estese a più categorie. Un’iniziativa simile, la Tariffa Internet Sociale, dovrebbe essere implementata entro giugno 2021, garantendo una connessione più economica. Chi ha subito una riduzione del reddito di almeno il 20% può chiedere l’annullamento del contratto di telecomunicazioni senza penale.

Francia

In Francia, le piccole imprese, costrette a restare chiuse, possono chiedere di posticipare i pagamenti sia per le bollette di luce e gas sia per l’affitto fino al termine dell’emergenza COVID-19. I clienti domestici invece non hanno ricevuto dallo Stato alcun aiuto speciale per il pagamento delle bollette. Tuttavia i fornitori di energia hanno messo in campo una serie di iniziative private, assicurando energia e gas a famiglie economicamente “fragili” oppure offrendo sconti sulle bollette energetiche.

Studio Selectra: UK

Il governo del Regno Unito ha lanciato un pacchetto di emergenza insieme ai fornitori di energia per garantire riscaldamento e illuminazione durante l’epidemia da Coronavirus. Per i clienti con difficoltà finanziarie, aziende e privati, esistono diverse opzioni di revisione dei piani di pagamento, che includono rateizzazioni e, in alcuni casi, anche l’accesso ai fondi statali. I principali fornitori di servizi Internet e di telefonia mobile del Regno Unito hanno invece accettato una serie di impegni per aiutare i propri clienti in tempi di crisi come, per esempio, rimuovere limiti di accesso ai dati su tutti gli attuali servizi a banda larga fissi e offrire nuovi e convenienti pacchetti mobili e fissi per garantire la connessione.

Belgio

Da febbraio 2021 sempre più famiglie belghe avranno diritto a una speciale “tariffa sociale” per elettricità e gas. La situazione rispetto ad altre iniziative statali varia da regione a regione. Nelle Fiandre, il governo concede un risarcimento automatico una tantum di 202,68 € ai consumatori in difficoltà, per aiutarli a pagare le bollette dell’acqua e dell’energia. A Bruxelles sarà esteso lo status di “cliente tutelato” che può beneficiare della Tariffa Sociale. In Vallonia, sono previsti incentivi finanziari per le famiglie con il cosiddetto “contatore prepagato”: gli utenti con questo tipo di contatore per l’elettricità, che soddisfano i criteri, riceveranno un bonus di 50 € sulla loro bolletta, mentre quelli che hanno un contatore prepagato per il gas beneficeranno di un voucher fino a 150 €, una tantum.

Studio Selectra: Germania

All’inizio della crisi COVID il governo tedesco ha vietato di tagliare la fornitura di energia ai clienti impossibilitati a pagare; stesso vincolo è stato applicato ai servizi di telecomunicazione. Inoltre, da luglio a dicembre 2020 la Tassa sull’Energia è stata ridotta dal 19% al 16%. Le imprese hanno poi beneficiato di incentivi fiscali volti a ridurre i costi energetici. La maggior parte dei principali fornitori di energia offre infine ai propri clienti la possibilità di saldare le bollette a rate o ricorrendo alla dilazione.

Austria

In Austria il divieto delle interruzioni di elettricità e gas è durato fino a dicembre 2020. Nel 2021, è stato introdotto per i clienti domestici finanziariamente vulnerabili l’Energiekostenzuschuss, sussidio energetico una tantum fino a 100 € (più altri 100 € per bambino). I clienti business possono beneficiare del “Fixkostenzuschuss” e far coprire allo Stato fino al 75% dei loro costi fissi, comprese spese energetiche o di telecomunicazioni.